upload dei file in corso
si prega di attendere.
  • Barbara Sporchia

    Barbara Sporchia
  • Data: 18/11/2015

Il vicariato apostolico di Gambella

Una breve descrizione del Vicariato Apostolico di Gambella, partner di Amare onlus in una zona caratterizzata da forti tensioni sociali e condizioni ambientali non sempre favorevoli.

La Chiesa Cattolica Etiope ha iniziato la propria attività a Gambella nel 1990, quando ancora c'erano solo otto Diocesi in tutto il Paese. Il bisogno della presenza pastorale nella zona era legato al fatto che la maggior parte della popolazione di Gambella è tradizionalmente credente. Gambella era inoltre uno dei quattro stati regionali emergenti in Etiopia ed era inevitabile la necessità di un intervento di sviluppo sociale, sebbene ciò sia ancora oggi fortemente ostacolato dalla lontananza dalla capitale Addis Abeba e dall’isolamento della regione. 
Per ovviare, almeno in parte, a ciò, la Santa Sede diede origine, nel 2000, alla Prefettura Apostolica di Gambella. La nascita della nuova diocesi, retta dal primo Prefetto Apostolico, mons. Angelo Moreschi, è avvenuta il 25 febbraio 2001.
Quando il Vicariato venne insediato, c'erano solo due parrocchie e alcune stazioni esterne e non vi era quasi nessun intervento in attività sociali e di sviluppo. Mettere ordine e dare forma al futuro della Chiesa Cattolica a Gambella furono le prime responsabilità del nuovo nominato prefetto della Sede Apostolica. 
Subito dopo l'insediamento, iniziò l'organizzazione delle strutture della Chiesa e la costruzione di altri edifici nella zona. Dopo questo primo importante passo, Mons. Moreschi iniziò a invitare volontari e congregazioni al servizio della Chiesa cattolica in questa zona emarginata, dove era davvero necessaria la forte presenza di interventi sociali. La risposta da parte delle persone e delle istituzioni fu così incoraggiante che in pochi mesi il personale religioso aumentò rapidamente, e, di conseguenza, vennero rese operative nuove parrocchie e sedi in diversi villaggi.

Fin dalla fondazione della Prefettura Apostolica, la stessa è stato coinvolta in una serie di attività sociali e di sviluppo tanto che oggi la Chiesa cattolica è accreditata dalle autorità di Governo regionali e dalla comunità locale, grazie al suo intervento coinvolto e significativo in tutti gli aspetti delle attività sociali e di sviluppo.
In questi ultimi anni, la Chiesa ha creato una serie di punti di accesso all’acqua potabile, istituito scuole, centri di cura e asili nido, e ha sostenuto la popolazione di Gambella nei momenti di maggiore difficoltà, come durante i disastri naturale e i conflitti tribale. Tutto ciò è stato possibile solo grazie al sostegno generoso di benefattori privati, amici e collaboratori vari. 

La Chiesa è tuttora impegnata nello sforzo di raggiungere gli strati meno privilegiati della comunità ed è determinata ad impegnarsi nella lotta contro la povertà.
E' attraverso il duro lavoro del Prefetto della Sede Apostolica e dei suoi collaboratori che la Santa Sede, nel 2009, considerando il volume dei risultati conseguiti in pochi anni, ha elevato la Chiesa cattolica di Gambella a Vicariato. La consacrazione del primo Vicario Apostolico, Mons. Angelo Moreschi, è avvenuta il 31 gennaio 2010.
Questo riconoscimento, frutto di un lavoro intenso e costante, ha rappresentato uno stimolo ulteriore ad essere sempre più presenti al fianco delle comunità locali bisognose. 

Amare onlus collabora da ormai diversi anni, in maniera estremamente proficua, con il Vicariato Apostolico di Gambella; Mons. Angelo Moreschi è un importante amico della nostra associazione, che riconosce al Vescovo una dedizione e una vicinanza alle popolazioni svantaggiate della regione di Gambella uniche e, in qualche modo, eccezionali.

Torna alla rivista

Allegati


Galleria

Aiutaci con una donazione

scropri i metodi che hai a disposizione per aiutarci nella realizzazione dei nostri progetti

scopri come puoi aiutare


Questo sito fa uso di cookies propri e di terze parti per scopi tecnici e per raccogliere dati statistici anonimi sulla navigazione, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Nessun dato raccolto avrà finalità di profilazione o remarketing.
Accetto info